CLOSE

International HPV Awareness Day: le tre domande più frequenti

Pubblicato il: 04 marzo 2019, Evento

In occasione della Giornata Internazionale contro l'Hpv, le nostre dottoresse rispondono alle domande più frequenti sul papilloma virus

Le nostre specialiste dell'Unità di Ginecologia Preventiva, le dottoresse Dorella FranchiEleonora Petra PretiNoemi SpoltiAnna Daniela Iacobone,  Ailyn Mariela Vidal Urbinati e Isabel Giacoma Calvino ci sensibilizzano sul tema della prevenzione in ambito ginecologico rispondendo a tre domande tra le più frequenti: che cos'è l'hpv, come prevenire l'infezione da hpv e come prevenire il tumore della cervice.

Cos’è l’HPV e come si contrae?

Il Papillomavirus umano o HPV è un virus che colpisce la cute e le mucose di vulva, vagina, cervice, ano, pene e orofaringe. Ci sono più di 200 genotipi di HPV, di cui circa 45 interessano l’apparato genitale femminile.
L’infezione da HPV è molto comune e circa l’80% della popolazione contrarrà l’infezione da HPV nell’arco della propria vita. Rappresenta la più comune infezione sessualmente trasmissibile, ma l’infezione non si trasmette solo attraverso i rapporti sessuali (orali, vaginali e anali), ma anche per contatto pelle contro pelle.
La maggior parte delle infezioni è asintomatica e regredisce spontaneamente. Tuttavia, l’HPV è stato riconosciuto come il responsabile del tumore della cervice uterina. E’ coinvolto anche nell’insorgenza dei tumori della vulva, della vagina, dell’ano, del pene e dell’orofaringe.

Come prevenire l’infezione da HPV?

Il modo migliore per prevenire l’infezione è la vaccinazione (prevenzione primaria).
Sono attualmente disponibili tre vaccini: bivalente, quadrivalente e nonavalente. I vaccini proteggono dai genotipi di HPV più frequentemente correlati ai tumori e sono raccomandati negli uomini dai 9 ai 26 anni e nelle donne dai 9 ai 45 anni. In Italia, la vaccinazione è facoltativa ma offerta gratuitamente nel dodicesimo anno di età in entrambi i sessi, come da Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019.

Come prevenire il tumore della cervice uterina?

Nel mondo, il tumore del collo dell’utero rappresenta il quarto tumore nella popolazione femminile. Oltre alla prevenzione primaria, che previene circa il 90% dei tumori cervicali HPV-correlati (vaccino nonavalente), esiste una prevenzione secondaria che mira ad identificare le lesioni pre-tumorali ed i tumori iniziali.
Lo screening cervicale nazionale, come da recenti linee guida del 2018, prevede:

  • Pap test ogni 3 anni dai 25 ai 29 anni
  • HPV test ogni 5 anni dai 30 ai 65 anni
  • L’identificazione delle lesioni pre-tumorali ed il loro successivo trattamento permette di ridurre il rischio di progressione a tumore.

Oggi il vero RISCHIO E' NON FARE PREVENZIONE!

Per maggiori informazioni leggi la pagina dedicata

UN PICCOLO GESTO E' PER NOI UN GRANDE AIUTO

PARTNERSHIP

Università degli Studi di Milano Ecancer Medical Science IFOM-IEO Campus

ACCREDITAMENTI

Ministero della Salute Joint Commission International Breastcertification bollinirosa

© 2013 Istituto Europeo di Oncologia - via Ripamonti 435 Milano - P.I. 08691440153 - Codice intermediario fatturazione elettronica: A4707H7

IRCCS - ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO