CLOSE

Si cura meglio dove si fa ricerca

 

Uno dei principali valori che ispirano da sempre la missione dell’Istituto Europeo di Oncologia è lo sviluppo della Ricerca Sperimentale con rapido trasferimento dei risultati al paziente. L’Istituto ha dato priorità assoluta alla creazione e allo sviluppo di un Dipartimento di Oncologia Sperimentale e di un Dipartimento di Epidemiologia e Biostatistica che operano in collegamento con le divisioni cliniche, con l’obiettivo di integrare sistematicamente ricerca e cura.

La coesistenza all’interno della stessa struttura permette uno scambio in tempo reale dei dati e dei risultati. Inoltre, per garantire un contesto d’avanguardia, i gruppi di ricerca sono stati selezionati attraverso un hiring internazionale. L’Istituto Europeo di Oncologia ha adottato un innovativo approccio di ricerca traslazionale basato su Programmi Multidisciplinari con le seguenti caratteristiche:

coinvolgimento e integrazione di tutte le figure professionali necessarie al programma: medici, infermieri, clinical scientists, translational scientists e ricercatori di base.

focus su aree clinico-scientifiche omogenee, come il tipo di tumore o le modalità di trattamento;

disponibilità di piattaforme di supporto alla ricerca. A ciascun Programma Multidisciplinare afferiscono Divisioni, Unità o singoli professionisti dedicati al tema del programma e provenienti da diverse discipline.

Altro valore fondamentale dello IEO è l’approccio multidisciplinare. L’approccio terapeutico per ogni singolo paziente dell’Istituto è discusso all’interno di riunioni settimanali a cui partecipano tutte le divisioni cliniche. Le scelte terapeutiche e le impostazioni dei piani di cura vengono condivise dai medici delle diverse discipline che si occupano del caso. Viene così garantita al malato l’applicazione del miglior trattamento disponibile. Data l’esigenza del passaggio di informazione dal laboratorio alla clinica, è incoraggiata la partecipazione a questi incontri della figura del Clinical Scientist, quale ponte indispensabile fra la ricerca di base e la ricerca clinica.

L'incredibile accelerazione nel progresso delle tecnologie di sequenziamento del DNA ha consentito di comprendere numerosi aspetti, spesso del tutto inattesi, della biologia tumorale. La disponibilita' delle tecnologie di "Next Generation Sequencing" (NGS) rende sempre più perseguibile lo scenario della "medicina di precisione" in cui il trattamento viene deciso principalmente sulla base delle alterazioni molecolari specifiche per ogni paziente. Concepire le alterazioni molecolari come centrali nella gestione del paziente tumorale richiede tuttavia anche di modificare sostanzialmente l'approccio stesso al paziente ed è crescente l'esigenza di figure con competenze trasversali che integrino l'aspetto clinico con quello laboratoristico, quale quella appunto dei Clinician Scientist, ossia professionisti che abbiano conseguito un percorso formativo misto clinico-laboratoristico e che si applichino per rendere sempre più concreto l'approccio traslazionale all'oncologia moderna, portando avanti progetti in cui metodiche di analisi bioinformatica e laboratoristica vengono applicate a problematiche di natura clinica, creando così un circolo virtuoso in cui le ipotesi vengono generate partendo dalle esigenze cliniche, testate in laboratorio e rapidamente tradotte in misure utili alla gestione dei pazienti.

Il trasferimento dalla ricerca alla pratica clinica è reso possibile anche grazie alle collaborazioni internazionali. L’Istituto ha accordi con le principali organizzazioni internazionali di lotta contro il cancro e con numerose università e centri di ricerca e cura europei ed americani. Questo clima internazionale favorisce la comunicazione e il trasferimento di risultati non solo all’interno del nostro Istituto, ma anche esternamente, supportando in questo modo un flusso di conoscenze condivise a favore dei pazienti. In questa ottica lo IEO partecipa attivamente a banche dati online su trials clinici, che permettono ai medici l’identificazione di trials appropriati per la specifica patologia dei propri pazienti.

La Ricerca Clinica, a fianco della ricerca di base, rappresenta da sempre una delle colonne portanti dell’Istituto Europeo di Oncologia. In IEO vengono attivati sia trials accademici, che promossi da Pharma. Nella sezione dedicata alle sperimentazioni cliniche è possibile scaricare la Newsletter semestrale del Data Management, in cui vengono riportati i grafici dell’andamento degli studi con attività, così da offrire un aggiornamento costante sullo status della ricerca clinica all’interno dell’Istituto. C'è inoltre la possibilità di consultare le segnalazioni relative ai trials di recente attivazione presso l’Istituto e d’individuare, tramite motore di ricerca, quali siano gli studi clinici condotti in IEO. Attraverso un filtro è possibile visionare uno spaccato, che evidenzi quali siano i trials al momento attivi aperti all’arruolamento e quali quelli invece attivi chiusi all’arruolamento, fornendo anche lo storico delle sperimentazioni ormai completamente chiuse. 

Oltre alle sperimentazioni cliniche mirate, per cui viene richiesto ai pazienti di prendere visione e firmare un modulo di Consenso Informato ad hoc, la ricerca clinica si basa su progetti di ricerca spesso retrospettivi per cui è necessario poter afferire ad una grande mole di informazioni, riguardanti i dati clinici e/o genetici, i campioni biologici, o aspetti personali relativi al paziente quali quelli psicologici o riguardanti lo stile e la qualità di vita. Fondamentale perché si possa procedere in tal senso è la collaborazione e il supporto dei nostri stessi pazienti, grazie all’Accordo di Partecipazione alla Ricerca Scientifica: si tratta di un consenso di partecipazione ad ampio spettro, definito anche “consenso madre”, riguardante in modo specifico l’utilizzo dei dati personali e/o dei campioni biologici del paziente per perseguire obiettivi di ricerca in ambito scientifico. Attraverso questa tipologia di accordo viene fornita al paziente la visione complessiva della ricerca propria dell’Istituto, piuttosto che focalizzarsi su un singolo progetto di ricerca. La partecipazione del paziente presuppone il diritto di essere correttamente informato e, là dove previsto, di manifestare espressamente il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità dichiarate. Il paziente può esercitare in qualsiasi momento i suoi diritti in tema di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, opposizione o portabilità dei propri dati personali, rivolgendosi direttamente al Responsabile Protezione Dati Personali dell’Istituto.

La ricerca in IEO non si esaurisce nella sperimentazione di base e in quella clinica, ma diventa un tema centrale della Formazione. Il Clinical Trial Office dell’Istituto Europeo di Oncologia traduce la visione di apertura IEO alla condivisione internazionale di conoscenze attraverso numerose attività formative, sia in aula che online, volte a divulgare la cultura delle GCPs al personale coinvolto nella ricerca clinica, interno ed esterno. Il focus consiste nell’aggiornare costantemente sulle normative vigenti nazionali e internazionali e nel fornire l’intero bagaglio di conoscenze teoriche e pratiche necessario per poter garantire l’eccellenza professionale in questo ambito.

Di fondamentale importanza in area formativa è inoltre la tematica del Patient Empowerment, che mira a rendere i pazienti stessi attivamente coinvolti nel processo decisionale alla base del proprio percorso di cura per quanto riguarda la partecipazione alle Sperimentazioni Cliniche, fornendo loro le chiavi d’accesso ad un mondo il cui lessico e le cui conoscenze sono sempre più ostiche, perfino per gli stessi “addetti ai lavori”. A tale scopo è stata creata un’area sul sito web dell’Istituto che ha come focus principale quello di rivolgersi ai pazienti e ai medici di medicina generale, dando loro gli strumenti necessari per comprendere cosa sia e in cosa consista la ricerca clinica, oltre a dare indicazioni necessarie quali per esempio quelle per fornire un consenso informato e consapevole ad uno studio clinico. Il processo di Patient Empowerment non si esaurisce inoltre nell’interfaccia web, ma sono in allestimento dei corsi in aula dedicati specificatamente alla formazione dei pazienti, per renderli edotti sui principali aspetti riguardanti gli ambiti della ricerca clinica.


 

 

 

PARTNERSHIP

Università degli Studi di Milano Ecancer Medical Science IFOM-IEO Campus

ACCREDITAMENTI

Ministero della Salute Joint Commission International Breastcertification bollinirosa

© 2013 Istituto Europeo di Oncologia - via Ripamonti 435 Milano - P.I. 08691440153 - Codice intermediario fatturazione elettronica: A4707H7

IRCCS - ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO