CLOSE

Consensi informati

Consenso informato al trattamento sanitario

L’espressione del consenso al trattamento sanitario è un momento importantissimo, fondamentale per la relazione di cura con il paziente. Il consenso successivo all'informazione ricevuta dal medico permette al paziente di esprimere la propria volontà dopo avere preso coscienza del trattamento proposto e avere deciso liberamente se accettarlo o meno

Esistono poche eccezioni nelle quali i sanitari possono intervenire senza il consenso del paziente. Si tratta fondamentalmente delle situazioni di urgenza ove la mancanza di un'azione immediata potrebbe mettere in pericolo la vita del paziente.

 

Il paziente ha la libertà di non accettare le prestazioni proposte dai sanitari ed ha la possibilità di revocare in qualunque momento un consenso già dato, anche a trattamento iniziato (ovviamente nel caso in cui ciò sia possibile senza pericolo per il paziente). Prima di decidere il paziente ha la facoltà di porre tutte le domande che ritiene necessarie ed ottenere i chiarimenti di cui sente il bisogno dall’equipe medica e infermieristica. Per molte procedure (tra le quali ad esempio gli interventi chirurgici, le chemioterapie, le radioterapie), e comunque sempre in caso di ricovero, si chiede al paziente di esprimere il consenso in forma scritta, usando una modulistica specifica.

 

Un aspetto su cui è necessaria la massima chiarezza è che il consenso deve essere espresso dal paziente: non ha valore giuridico la volontà manifestata dai familiari di una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere. In alcuni casi il consenso può essere espresso dal rappresentante legale: se il paziente è un minore (a meno che non sia un sedicenne sposato) il consenso è espresso dai genitori; se il paziente è permanentemente incapace di intendere o volere il consenso è espresso dal tutore o dall’amministratore di sostegno nominati dal Tribunale.

 

 

Consenso informato agli studi clinici

Il medico, quando propone al paziente di partecipare ad uno studio clinico, gli fornisce una serie di documenti. Vi invitiamo dunque a consultare il vademecum per un consenso informato agli studi clinici consapevole e a scoprire tutte le sperimentazioni cliniche condotte presso l’Istituto.

 

 

 

La Biobanca e il consenso informato alla Ricerca


consenso informato alla ricercaIn IEO la ricerca scientifica è parte integrante della missione: siamo convinti che integrando clinica e ricerca si possano offrire cure innovative. Il futuro della ricerca oncologica sarà sempre più orientato alle terapie personalizzate: non più il tumore della mammella, del colon, della prostata a priori, ma una specifica malattia in un determinato paziente. Questo sviluppo scientifico necessita di un approccio attivo e partecipe da parte del paziente.

 

IEO ha realizzato una Biobanca di campioni biologici che prevede la raccolta di campioni biologici e informazioni cliniche dei pazienti. Poiché la partecipazione attiva del paziente presuppone una corretta informazione, IEO ha ideato una serie di strumenti e percorsi comunicativi:

 

  • Video trasmesso nelle sale d’attesa e sul sito internet (si veda la mediagallery a fondo pagina);
  • Una brochure sintetica riepilogativa;
  • La formazione di personale qualificato che possa illustrare e discutere con il paziente la modulistica contenente l’informativa integrale.

Tutto il processo di comunicazione sopra descritto si conclude con un “Accordo di partecipazione” (consenso informato) ad aderire alla ricerca scientifica IEO.

 

 Per saperne di più B4MED@ieo.it 

UN PICCOLO GESTO E' PER NOI UN GRANDE AIUTO

PARTNERSHIP

Università degli Studi di Milano Ecancer Medical Science IFOM-IEO Campus

ACCREDITAMENTI

Ministero della Salute Joint Commission International Breastcertification bollinirosa

© 2013 Istituto Europeo di Oncologia - via Ripamonti 435 Milano - P.I. 08691440153

IRCCS - ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO

facebook IEO googleplus IEO twitter IEO pinterest IEO vimeo IEO