CLOSE

Colonscopia Virtuale

La colonscopia virtuale è una tecnica relativamente recente che dal 1997 (tempo della prima introduzione in campo diagnostico) ha raggiunto livelli di accuratezza diagnostica elevatissimi sino a raggiungere risultati sovrapponibili a quelli della colonscopia tradizionale.

Il tumore del retto è la terza neoplasia più frequente nei paesi occidentali e, poiché lo sviluppo e relativa trasformazione di un polipo da benigno a maligno avviene lentamente e di solito nell’arco di 10 anni,  la sopravvivenza dei pazienti è legata fondamentalmente alla diagnosi precoce.

Per una prevenzione efficace abbiamo attualmente a disposizione due metodiche:

  1. la colonscopia ottica 
  2. la colonscopia virtuale

A differenza della colonscopia ottica (tradizionale), per la colonscopia virtuale il paziente deve sottoporsi nei tre giorni precedenti all’esame ad una preparazione molto più blanda seguendo una dieta, priva di scorie che viene fornita al momento della prenotazione, ed eventualmente  assumere un farmaco emolliente, non lassativo e molto più tollerabile della preparazione standard per la colonscopia tradizionale.

Il giorno dell’esame il paziente deve presentarsi nel nostro reparto circa 3 ore prima dell’orario stabilito dell’esame  poiché gli verranno dati da bere circa 60ml di mdc (gastrografin) diluiti in circa 500 ml di acqua. L’esame dura circa 12 minuti e prevede l’insufflazione attraverso un sondino posizionato in ampolla rettale di CO2  che serve a distendere il colon e riprodurre virtualmente il percorso visivo di tutto il colon endoluminale. Vengono effettuate due scansioni in posizione prona e supina.

  • pazienti per cui è indicata

    • Pazienti con Colonscopia tradizionale incompleta
    • Mappatura topografica precisa delle lesioni del colon o sincrone a neoplasie del retto nei pazienti candidati a chirurgia laparoscopica o robotica.
    • Valutazione del colon in pazienti con stomia
    • Endometriosi pelvica profonda
    • Screening per prevenzione opportunistica in pazienti di età ≥ 50 anni
    • Pazienti ad alto rischio con familiarità (l’esame si effettua in pazienti di età ≥ 40 anni), morbo di Crohn o rettocolite ulcerosa che rifiutano la colonscopia tradizionale
    • Monitoraggio in pazienti con resezione di polipi (solo in pazienti a basso rischio)
    • Sorveglianza in pazienti sottoposti a resezione di Carcinoma del colon-retto
    • Pazienti sottoposti a terapia con Bevacizumab
    • Follow-up in pazienti con nota diverticolite acuta (6 settimane dopo l’evento acuto)
    • nei pazienti anziani e/o in condizioni precarie di salute e nei pazienti con controindicazione alla colonscopia tradizionale (es. cardiopatici, bronchitici cronici)
  • vantaggi

    • Il paziente al termine dell’esame può tornare alle normali attività quotidiane.

    • La dose assorbita dal paziente è nettamente inferiore a quella assorbita durante un esame TC standard ed è lievemente superiore alla dose annuale di esposizione raggi solari.

    • L’esame è molto meno invasivo e doloroso per il paziente

UN PICCOLO GESTO E' PER NOI UN GRANDE AIUTO

PARTNERSHIP

Università degli Studi di Milano Ecancer Medical Science IFOM-IEO Campus

ACCREDITAMENTI

Ministero della Salute Joint Commission International Breastcertification bollinirosa

© 2013 Istituto Europeo di Oncologia - via Ripamonti 435 Milano - P.I. 08691440153 - Codice intermediario fatturazione elettronica: A4707H7

IRCCS - ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO