CLOSE

Medicina Nucleare

QUICK FACTS

La Divisione di Medicina Nucleare si occupa della stadiazione, del follow-up e del trattamento dei tumori attraverso l’imaging funzionale e le terapie mirate con radiofarmaci. 

L'attività della Divisione di Medicina Nucleare comprende la diagnosi e la cura della patologia tumorale attraverso l'uso di sostanze radioattive. 

  • Il nostro staff
     

    Medicina Nucleare

    Direttore

    Chiara Maria Grana

    Staff Medicina Nucleare

  • Le nostre attività

    La Divisione è certificata ISO 9001-2008 nonché nell’ambito di un’organizzazione più ampia ENETS (tumori neuroendocrini), EUSOMA (neoplasia della mammella), Joint Commission International e OECI.

    E’ dotata di due apparecchi PET/CT di ultima generazione, di una gamma-camera SPECT/CT e di una gamma-camera a singola testa per effettuare le principali indagini di diagnostica funzionale.

    L'attività diagnostica è incentrata principalmente sull’indagine PET con differenti radiofarmaci:

    • il 18F[FDG] che è il tracciante PET più conosciuto. È utilizzato nella routine della diagnosi delle principali neoplasie (polmone, testa-collo), nella valutazione precoce della risposta alla terapia (linfomi), nel follow-up del paziente operato e per la pianificazione del piano di radioterapia;
    • il 68Ga-peptidi: specifico per la diagnosi e il follow-up dei tumori neuroendocrini e per indirizzare il paziente alla terapia radiorecettoriale;
    • la 18F[Colina] specifico per la neoplasia della prostata;
    • la 18F [FET] specifico per i tumori primitivi cerebrali.

    Le tecniche tradizionali di medicina nucleare sono rappresentate da:

    • linfoscintigrafia nella neoplasia della mammella, della vulva, della lingua, del carcinoma del pene e del melanoma;
    • ROLL (Radio-Guided Occult Lesion Localization) per la localizzazione di lesioni occulte localizzate nella mammella, nel polmone e nel colon;
    • scintigrafia globale scheletrica per la diagnosi di metastasi scheletriche;
    • scintigrafia renale sequenziale per valutare il funzionamento dei reni;
    • scintigrafia tiroidea con 99mTc e iodio-131.

    IEO è stato uno dei primi centri nello sviluppo della terapia Radiorecettoriale nei tumori neuroendocrini.

    La Divisione effettua: 

     

     

  • MULTIDISCIPLINARIETA’
  • PROGRAMMI DI EDUCAZIONE SANITARIA
  • Terapia radiorecettoriale nei tumori neuroendocrini

    La terapia radiorecettoriale si inserisce nel percorso di cura dei pazienti con tumore neuroendocrino, all’interno dell’attività multidisciplinare del centro di eccellenza ENETS dello IEO. Si tratta di una metodica di cura non invasiva, con limitati effetti collaterali, che ha ampiamente dimostrato la sua efficacia.

    La Divisione di Medicina Nucleare IEO è stata uno dei pionieri dell’applicazione di questo trattamento nei tumori neuroendocrini negli ultimi 20 anni e si avvale del primo radiofarmaco registrato a base del principio attivo Lutezio-177-oxodotreotide, che ad oggi è indicato in pazienti adulti per il trattamento di tumori neuroendocrini gastroenteropancreatici (NET-GEP) ben differenziati (G1 e G2), progressivi, non asportabili o metastatici, positivi ai recettori per la somatostatina.

    Lutezio-177-oxodotreotide è una sostanza analoga della somatostatina marcata con una molecola radioattiva, il lutezio177, che sfrutta l’elevata espressione dei recettori della somatostatina presenti sulle cellule dei tumori neuroendocrini e li utilizza per colpire in modo mirato il tumore stesso. Il radiofarmaco viene somministrato, in regime di ricovero protetto, in 4 infusioni (1 infusione ogni 2 mesi) per via endovenosa. Una volta entrato nel flusso sanguigno, Lutezio-177-oxodotreotide si lega ai recettori della somatostatina presenti sulle cellule tumorali, che vengono irradiate in maniera specifica e selettiva; in questo modo il radiofarmaco distrugge le cellule tumorali risparmiando le cellule sane circostanti.

PARTNERSHIP

Università degli Studi di Milano Ecancer Medical Science IFOM-IEO Campus

ACCREDITAMENTI

Ministero della Salute Joint Commission International Breastcertification bollinirosa

© 2013 Istituto Europeo di Oncologia - via Ripamonti 435 Milano - P.I. 08691440153 - Codice intermediario fatturazione elettronica: A4707H7

IRCCS - ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO