CLOSE

Medicina Nucleare

QUICK FACTS

La Divisione di Medicina Nucleare si occupa della stadiazione, del follow-up e del trattamento dei tumori attraverso l’imaging funzionale e le terapie mirate con radiofarmaci. 

Le nostre attività

L'attività della Divisione di Medicina Nucleare comprende la diagnosi e la cura della patologia tumorale attraverso l'uso di sostanze radioattive. La Divisione è dotata di due PET/TC, una gamma-camera a doppia testa e una gamma-camera a singola testa; è attrezzata per la sintesi di molecole marcate (spesso lo zucchero FDG o l'octapeptide sintetico octreotide) con i radioisotopi del Fluoro e del Gallio (18F e 68Ga) e per i relativi controlli di qualità. Ha tre laboratori caldi per la preparazione di radiofarmaci con diversi tipi di emissione (gamma, beta+ e beta-) sia per diagnosi che per terapia.

La Divisione offre tecniche tradizionali di Medicina Nucleare per le indagini diagnostiche, la linfoscintigrafia per l’individuazione del linfonodo sentinella e la tecnica ROLL per la localizzazione delle lesioni occulte radioguidate. La linfoscintigrafia si esegue nei pazienti affetti da tumore al seno, melanoma, carcinoma della vulva, della lingua e da piccoli tumori del colon.

Esami PET con 18F-FDG si effettuano per la diagnosi, la stadiazione e il follow-up di alcuni tipi di tumore, in molti studi clinici nei tumori della mammella, del polmone e del linfoma e per la pianificazione dei piani terapeutici di radioterapia.

Da luglio 2008 si eseguono PET/TC con 68Ga-octreotide, in particolare nei tumori neuroendocrini (NET) per la diagnosi, la pianificazione dei trattamenti e per il follow-up; questa speciale PET è usata anche per meglio definire l'estensione di altri tumori quali i meningiomi.

La nostra Divisione è pioniera nello sviluppo della Terapia Recettoriale con Radionuclide (PRRT) nei NET: i primi studi clinici risalgono a oltre 15 anni fa e continuano anche oggi con la partecipazione attiva a uno studio registrativo internazionale di fase III sulla PRRT.

Le nostre prime esperienze di terapia, positive in termini di sopravvivenza dei pazienti, si sono concentrate sulla radioimmunoterapia in pazienti con recidiva di glioblastoma (GBM) e sullo sviluppo di un innovativo trattamento con radionuclide del tumore della mammella (IART®).

La Divisione è coinvolta nel trattamento del linfoma non-Hodgkin con radioimmunoterapia con Zevalin e nei trattamenti di radioembolizzazione dei tumori primitivi e secondari del fegato. Altre aree di attività includono le malattie benigne e maligne della tiroide e il trattamento del dolore nei pazienti con metastasi ossee. La Divisione esegue attività ambulatoriale per pazienti affetti da patologie tiroidee e tumori neuroendocrini; collabora attivamente nei diversi gruppi multidisciplanari dell’Istituto.

PARTNERSHIP

Università degli Studi di Milano Ecancer Medical Science IFOM-IEO Campus

ACCREDITAMENTI

Ministero della Salute Joint Commission International Breastcertification bollinirosa

© 2013 Istituto Europeo di Oncologia - via Ripamonti 435 Milano - P.I. 08691440153

IRCCS - ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO

facebook IEO googleplus IEO twitter IEO pinterest IEO vimeo IEO